Tesi e tirocini

Scegliere tesi, tirocinio e attività libere

Prova finale per il conseguimento del titolo

Argomenti per tesi e tirocini

Suggerimenti per i laureandi: file pdf scaricabile

 


PROSSIMI APPELLI DI LAUREA

Appelli dell'A.A. 2021-2022                        Appelli dell'A.A. 2022-2023

venerdì 23 Settembre 2022                          venerdi  14 Aprile 2023
venerdi  21 Ottobre 2022                              venerdi 19 Maggio 2023
venerdi 16 Dicembre 2022                            venerdi  23 Giugno 2023
venerdì 10 Febbraio 2023                             venerdi 21 Luglio 2023

 

PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO

Secondo il regolamento attuale, in vigore dall'A.A. 2017-18, lo studente può optare per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di:

• 3 cfu (2 cfu per l'attività di tirocinio e 1cfu per la relazione sul tirocinio svolto)
9 cfu (2 cfu per l'attività di tirocinio e 7 cfu per la Tesi, utilizzando a questo fine 6 dei 12 cfu a scelta previsti dal piano di studi).

La Tesi, comprendente testo ed eventuali tabelle, figure, carte tematiche, sezioni e altro materiale utile ai fini della chiarezza espositiva, verterà su tematiche attinenti agli obiettivi formativi del Corso di Studio. L'elaborato finale, completo di riferimenti bibliografici, dovrà includere un riassunto in italiano ed in inglese e potrà essere redatta in italiano o in inglese. 
La Tesi è svolta sotto la supervisione di un docente del Corso di Studi con funzione di Relatore e può prevedere il supporto di altri docenti, ricercatori o collaboratori di ricerca interni o esterni al Dipartimento con funzione di Correlatori.

  • La Tesi è discussa pubblicamente davanti ad una Commissione di Laurea che accerta il livello di preparazione raggiunto e l'autonomia nel produrre ed elaborare originalmente dati ed osservazioni, avvalendosi anche dei giudizi espressi da relatori e corelatori. Nella valutazione del candidato/a la commissione terrà conto, oltre che della prova finale, anche del curriculum di studi.
  • Per la presentazione, il/la candidato/a dispone di attrezzature di proiezione e, ove necessario, di pannelli espositivi.
  • Le modalità organizzative per la dissertazione orale e la seduta dedicata alla proclamazione sono delegate al Presidente della Commissione di Laurea.
  • La consultazione di una Tesi di Laurea è strettamente subordinata all'approvazione del Relatore.

Qualora uno studente dovesse svolgere attività di campagna o di laboratorio, si raccomanda di attivare la copertura assicurativa prevista scaricabile a questo link http://www.dst.unipi.it/modulistica-geol.html. il modulo DEVE essere firmato dal Relatore e riconsegnato alla Segreteria Didattica.

 

SCADENZE

• entro 30 giorni dalla data fissata per l’Appello di Laurea

EFFETTUARE la Domanda di Laurea tramite il portale di Ateneo Alice. La domanda può essere inoltrata entro 15gg pagando una sovrattassa di 200€. In caso di rinuncia si prega di darne comunicazione immediate, via e-mail, alla Dott. Tiziana Ciomei tiziana.ciomei@unipi.it (Segretario della Commissione di Laurea) e al Presidente di Commissione di Laurea Prof.ssa Anna Gioncada anna.gioncada@unipi.it 
N.B.: Quando si compila la domanda indicare in modo chiaro nel campo "note" che TIPO di prova finale si è scelto (se tirocinio oppure tesi di laurea), scrivendo se si è scelto di utilizzare 6 cfu dei 12 cfu a scelta per la Prova Finale.

• entro 15 giorni dalla data fissata per l’Appello di Laurea

CONSEGNARE la Domanda di Laurea interna alla segreteria didattica del Dipartimento di Scienze della Terra (moduli disponibili alla pagina web del Dipartimento di Scienze della Terra “modulistica” http://www.dst.unipi.it/modulistica-geol.html Nel caso della prova finale con Tesi, congiuntamente alla domanda dovrà essere consegnato il riassunto (su apposito modulo, http://www.dst.unipi.it/modulistica-geol.html) e il materiale del tirocinio. Nel caso della prova finale con Tirocinio, verrà consegnato il materiale relativo al Tirocinio (vedi pagina web del Tirocinio)

• entro 7 giorni dalla data fissata per l’Appello di Laurea

CONSEGNARE la TESI in formato PDF alla Dott. Tiziana Ciomei e al presidente della Commissione di Laurea. La versione cartacea della Tesi consegnata alla commissione in sede di laurea sarà recuperata dal candidato alla fine dell’appello di Laurea.

INCONTRO DELLE STUDENTI E STUDENTESSE LAUREANDE/I con il PRESIDENTE della Commissione di Laurea

È sempre previsto in incontro fra Presidente e Segretario della Commissione di Laurea con i laureandi, circa 15-7 gg prima dell’Appello di Laurea. L'incontro è dedicato a informazioni sulle norme di comportamento e le procedure durante la seduta di laurea e a suggerimenti tecnici per la presentazione della Tesi. Suggerimenti tecnici e comportamentali sono riassunti nel pdf scaricabile dai candidati.
Questa è  la sede per fare domande al Presidente e al Segretario della Commissione di Laurea.

 

ADEMPIMENTI PREVISTI PER I DIVERSI REGOLAMENTI

Nel corso degli anni si sono susseguiti diversi regolamenti che disciplinano le modalità di acquisizione del titolo di Laurea triennale. Generalmente uno studente fa riferimento al regolamento in vigore nell’anno di immatricolazione, a meno di cambio del piano di studi. Per qualsiasi dubbio consultare la Segreteria studenti attraverso lo sportello didattico negli orari di ricevimento previsti.

Studenti iscritti al Corso di Laurea di Scienze Geologiche dall'A.A. 2017-2018

Per il conseguimento del Diploma di Laurea di I livello lo studente iscritto al Corso di Laurea Triennale a partire dall'A.A. 2017-2018 può optare: 1. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 3 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 1 per la relazione sul tirocinio svolto) 2. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 9 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 7 per la Tesi, utilizzando 6 dei 12 cfu a scelta libera). Nel caso si opti per la prova da 3 CFU lo studente dovrà presentare al Presidente della Commissione di Laurea, almeno una settimana prima della data fissata per la seduta di laurea, il progetto formativo dell'attività di tirocinio (specificando la struttura presso la quale ha svolto l'attività di formazione e il nome del tutor interno responsabile), il modulo delle presenze e una relazione di due/tre pagine sull'attività svolta. Questa relazione deve essere firmata dal tutor esterno e da quello interno. Lo studente non dovrà fare alcuna presentazione orale del lavoro svolto e sarà solamente invitato alla seduta di Laurea per la proclamazione. Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto del triennio, media espressa in 30esimi e poi trasformata in 110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico). Nel caso si opti per la prova finale da 9 CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 225 h), allo studente sono richiesti una attività di tirocinio (50 h) ed un lavoro pratico di terreno o laboratorio (circa 175 h) da svolgersi nell'arco di circa un mese. Lo studente acquisirà i CFU presentando un elaborato scritto (eventualmente corredato da tabelle, figure, carte ecc.) che discuterà brevemente davanti alla Commissione di Laurea. La presentazione non dovrà superare i 15 minuti). Per verificare le capacità di sintesi degli studenti e permettere alla Commissione di Laurea di giudicare lavori di impegno equiparabile, il testo dell'elaborato non dovrà superare le 10.000 parole. Esso dovrà contenere: 1. riassunto 2. introduzione (contenente lo scopo del lavoro, un breve inquadramento del problema e dell'area di studio e una sintesi delle conoscenze pregresse) 3. descrizione delle metodologie usate, dei dati acquisiti e dei risultati ottenuti. Eventuali carte geologiche devono riportare la scala ed essere complete di legenda e profili geologici 4. conclusioni 5. bibliografia. Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto, media espressa in 30esimi e poi trasformata in 110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico) * del voto della Commissione di Laurea che dispone di un punteggio compreso tra 0 e 5 per la valutazione della tesi e della presentazione orale. La lode, nella valutazione dell'esame finale, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea e deve essere approvata all'unanimità dalla Commissione stessa.- Per il conseguimento del Diploma di Laurea di I livello lo studente iscritto al Corso di Laurea Triennale a partire dall'A.A. 2017-2018 può optare: 1. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 3 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 1 per la relazione sul tirocinio svolto) 2. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 9 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 7 per la Tesi, utilizzando 6 dei 12 cfu a scelta libera). Nel caso si opti per la prova da 3 CFU lo studente dovrà presentare al Presidente della Commissione di Laurea, almeno una settimana prima della data fissata per la seduta di laurea, il progetto formativo dell'attività di tirocinio (specificando la struttura presso la quale ha svolto l'attività di formazione e il nome del tutor interno responsabile), il modulo delle presenze e una relazione di due/tre pagine sull'attività svolta. Questa relazione deve essere firmata dal tutor esterno e da quello interno. Lo studente non dovrà fare alcuna presentazione orale del lavoro svolto e sarà solamente invitato alla seduta di Laurea per la proclamazione. Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto del triennio, media espressa in 30esimi e poi trasformata in 110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico). Nel caso si opti per la prova finale da 9 CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 225 h), allo studente sono richiesti una attività di tirocinio (50 h) ed un lavoro pratico di terreno o laboratorio (circa 175 h) da svolgersi nell'arco di circa un mese. Lo studente acquisirà i CFU presentando un elaborato scritto (eventualmente corredato da tabelle, figure, carte ecc.) che discuterà brevemente davanti alla Commissione di Laurea. La presentazione non dovrà superare i 15 minuti). Per verificare le capacità di sintesi degli studenti e permettere alla Commissione di Laurea di giudicare lavori di impegno equiparabile, il testo dell'elaborato non dovrà superare le 10.000 parole. Esso dovrà contenere: 1. riassunto 2. introduzione (contenente lo scopo del lavoro, un breve inquadramento del problema e dell'area di studio e una sintesi delle conoscenze pregresse) 3. descrizione delle metodologie usate, dei dati acquisiti e dei risultati ottenuti. Eventuali carte geologiche devono riportare la scala ed essere complete di legenda e profili geologici 4. conclusioni 5. bibliografia. Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto, media espressa in 30esimi e poi trasformata in 110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico) * del voto della Commissione di Laurea che dispone di un punteggio compreso tra 0 e 5 per la valutazione della tesi e della presentazione orale. La lode, nella valutazione dell'esame finale, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea e deve essere approvata all'unanimità dalla Commissione stessa.

Studenti iscritti al Corso di Laurea di Scienze Geologiche dall'A.A. 2014-2015 all'A.A. 2016-2017

Per il conseguimento del Diploma di Laurea di I livello lo studente iscritto al Corso di Laurea Triennale a partire dall'A.A. 2014-2015 fino al all'A.A. 2016-2017 può optare: 1. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 3 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 1 per la relazione sul tirocinio svolto) 2. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 9 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 7 per la tesi) Nel caso si opti per la prova da 3 CFU lo studente dovrà presentare al Presidente della Commissione di Laurea, almeno 15 giorni prima della data fissata per l’Appello di Laurea, il progetto formativo dell'attività di tirocinio (specificando la struttura presso la quale ha svolto l'attività di formazione e il nome del tutor interno responsabile), il modulo delle presenze e una relazione di due/tre pagine sull'attività svolta. Questa relazione deve essere firmata dal tutor esterno e da quello interno. Lo studente non dovrà fare alcuna presentazione orale del lavoro svolto e sarà solamente invitato alla seduta di Laurea per la proclamazione. Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto del triennio, media espressa in 30esimi e poi trasformata in 110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico). Nel caso si opti per la prova finale da 9 CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 225 h), allo studente sono richiesti una attività di tirocinio (50 h) ed un lavoro pratico di terreno o laboratorio (circa 175 h) da svolgersi nell'arco di circa un mese. Lo studente acquisirà i CFU presentando un elaborato scritto (eventualmente corredato da tabelle, figure, carte ecc.) che discuterà brevemente davanti alla Commissione di Laurea. La presentazione non dovrà superare i 15 minuti). Per verificare le capacità di sintesi degli studenti e permettere alla Commissione di Laurea di giudicare lavori di impegno equiparabile, il testo dell'elaborato non dovrà superare le 10.000 parole. Esso dovrà contenere: 1. riassunto 2. introduzione (contenente lo scopo del lavoro, un breve inquadramento del problema e dell'area di studio e una sintesi delle conoscenze pregresse) 3. descrizione delle metodologie usate, dei dati acquisiti e dei risultati ottenuti. Eventuali carte geologiche devono riportare la scala ed essere complete di legenda e profili geologici 4. conclusioni 5. bibliografia Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto, media espressa in 30esimi e poi trasformata in110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico) * del voto della Commissione di Laurea che dispone di un punteggio compreso tra 0 e 5 per la valutazione della Tesi e della Presentazione orale. La lode, nella valutazione dell'esame finale, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea e deve essere approvata all'unanimità dalla Commissione stessa

Studenti iscritti al Corso di Laurea di Scienze Geologiche dall'A.A. 2011-2012 all'A.A. 2013-2014

Per il conseguimento del Diploma di Laurea di I livello lo studente iscritto al Corso di Studi Triennale a partire dall'A.A. 2011-2012 può optare: 1. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 6 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 4 per la Tesi) 2. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 12 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 10 per la tesi) Nel caso si opti per la prova finale da 6 CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 150 h), allo studente sono richiesti una attività di tirocinio (50 h) ed un lavoro pratico di terreno o laboratorio (circa 100 h) da svolgersi nell'arco di un mese. Nel caso si opti per la prova finale da 12 CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 300 h), allo studente sono richiesti una attività di tirocinio (50 h) ed un lavoro pratico di terreno o laboratorio (circa 250 h) da svolgersi nell'arco di due mesi. In ambedue le ultime opzioni lo studente acquisirà i CFU presentando un elaborato scritto (eventualmente corredato da tabelle, figure, carte, ecc.) che discuterà brevemente davanti alla Commissione di Laurea. Il testo dell'elaborato non dovrà superare le 7.000 parole (nel caso della prova da 6 CFU) o le 15.000 parole (nel caso della prova da 12 CFU). Esso dovrà contenere: 1. riassunto 2. introduzione (contenente lo scopo del lavoro, un breve inquadramento del problema e dell'area di studio e una sintesi delle conoscenze pregresse) 3. descrizione delle metodologie usate, dei dati acquisiti e dei risultati ottenuti. Eventuali carte geologiche devono riportare la scala ed essere complete di legenda e profili geologici 4. conclusioni 5. bibliografia Il voto di Laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto del triennio, media espressa in 30esimi e poi trasformata in110esimi, * di un bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico) * del voto della Commissione di Laurea che dispone di un punteggio compreso tra 0 e 4 per la valutazione della tesi e della presentazione orale della prova da 6 CFU e un punteggio compreso tra 0 e 6 per la valutazione della tesi e della presentazione orale della prova da 12 CFU La lode, nella valutazione dell'esame finale, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea e deve essere approvata all'unanimità dalla Commissione stessa.

Studenti iscritti al Corso di Laurea di Scienze Geologiche tra l'A.A. 2008-2009 e l' A.A. 2010-2011

Per il conseguimento del Diploma di Laurea di I livello lo studente iscritto al Corso di Studi tra l'A.A. 2008-2009 e l'A.A. 2010-2011 può optare: 1. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 3 CFU (2 per l' attività di tirocinio ed 1 per una breve relazione sull'attività svolta). 2. per una prova finale che permette l'acquisizione in seduta di laurea di 9 CFU (2 per l' attività di tirocinio e 7 per la Tesi) Nel caso si opti per la prova da 3 CFU lo studente dovrà presentare al Presidente della Commissione di Laurea, almeno 15gg prima della data fissata per l’Appello di laurea, il progetto formativo dell'attività di tirocinio (specificando la struttura presso la quale ha svolto l'attività di formazione e il nome del tutor interno responsabile), il modulo delle presenze e una relazione di due/tre pagine sull'attività svolta. Questa relazione deve essere firmata dal tutor esterno e da quello interno. Lo studente non dovrà fare alcuna presentazione orale del lavoro svolto e sarà solamente invitato alla seduta di laurea per la proclamazione. Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto del triennio, media espressa in 30esimi e poi trasformata in 110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico, 2 punti per chi si laurea con un anno di ritardo,1 per quelli che si laureano con 2 anni di ritardo). Nel caso si opti per la prova finale da 9 CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 225 h), allo studente sono richiesti una attività di tirocinio (50 h) ed un lavoro pratico di terreno o laboratorio (circa 175 h) da svolgersi nell'arco di circa un mese. Lo studente acquisirà i CFU presentando un elaborato scritto (eventualmente corredato da tabelle, figure, carte ecc.) che discuterà brevemente davanti alla Commissione di Laurea. La presentazione non dovrà superare i 15 minuti). Per verificare le capacità di sintesi degli studenti e permettere alla Commissione di Laurea di giudicare lavori di impegno equiparabile, il testo dell'elaborato non dovrà superare le 10.000 parole. Esso dovrà contenere: 1. riassunto 2. introduzione (contenente lo scopo del lavoro, un breve inquadramento del problema e dell'area di studio e una sintesi delle conoscenze pregresse) 3. descrizione delle metodologie usate, dei dati acquisiti e dei risultati ottenuti. Eventuali carte geologiche devono riportare la scala ed essere complete di legenda e profili geologici 4. conclusioni 5. bibliografia Il voto di laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto, media espressa in 30esimi e poi trasformata in110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico, 2 punti per chi si laurea con un anno di ritardo,1 per quelli che si laureano con 2 anni di ritardo) * del voto della Commissione di Laurea che dispone di un punteggio compreso tra 0 e 5 per la valutazione della tesi e della presentazione orale. La lode, nella valutazione dell'esame finale, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea e deve essere approvata all'unanimità dalla Commissione stessa.

Studenti iscritti al Corso di Studi triennale di Scienze Geologiche prima dell' A.A. 2008-2009 (laurea del vecchio ordinamento-GEO)

Per il conseguimento del Diploma di Laurea di I livello lo studente iscritto al Corso di Studi negli anni precedenti l'A.A. 2008-2009 dovrà elaborare e discutere una Tesi che gli permetterà di acquisire 11CFU (corrispondente ad un carico di lavoro dello studente di 275 h). Lo studente acquisirà i CFU presentando un elaborato scritto (eventualmente corredato da tabelle, figure, carte ecc.) che discuterà davanti alla Commissione di Laurea. La presentazione orale non dovrà superare i 15 minuti. Per verificare le capacità di sintesi degli studenti e permettere alla Commissione di Laurea di giudicare lavori di impegno equiparabile, il testo dell'elaborato non dovrà superare le 10.000 parole. Esso dovrà contenere: 1. riassunto 2. introduzione (contenente lo scopo del lavoro, un breve inquadramento del problema e dell'area di studio e una sintesi delle conoscenze pregresse) 3. descrizione delle metodologie usate, dei dati acquisiti e dei risultati ottenuti. Eventuali carte geologiche devono riportare la scala ed essere complete di legenda e profili geologici 4. conclusioni 5. bibliografia Il voto di Laurea deriva dalla somma algebrica: * della media pesata in base ai CFU dei voti riportati negli esami di profitto, media espressa in 30esimi e poi trasformata in110esimi * di eventuali bonus per la velocità di conseguimento della laurea (3 punti per coloro che si laureano entro il terzo anno accademico, 2 punti per chi si laurea con un anno di ritardo,1 per quelli che si laureano con 2 anni di ritardo) * del voto della Commissione di Laurea che dispone di un punteggio compreso tra 0 e 6 per la valutazione della Tesi e della presentazione orale. La lode, nella valutazione dell'esame finale, è proposta dal Presidente della Commissione di Laurea e deve essere approvata all'unanimità dalla Commissione stessa.

 

 

Tirocini

Nell’ambito della Laurea Triennale è obbligatorio un periodo di formazione (Tirocinio) di 3 CFU (2 CFU: 50 ore di formazione + 1 CFU di relazione finale) che può essere espletato:

• presso il laboratorio di una struttura pubblica (Università, Enti di ricerca, Enti locali)
• una azienda 
• uno studio professionale

I laboratori del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa, del CNR e dell’INGV sono inclusi in questo elenco.
L’elenco delle strutture convenzionate con l’Ateneo è consultabile alla pagina web http://tirocini.adm.unipi.it/consultazioneaziende.php
Il Tirocinio è parte integrante della prova finale anche se lo studente opta per la prova finale con Tesi.
Dell'organizzazione e della gestione dei tirocini si occupa l’Unità Didattica del Dipartimento.
Lo studente tirocinante è seguito da un Tutor accademico del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa (Tutor Interno) e, nel caso di tirocinio presso una struttura esterna al Dipartimento anche da un Tutor Aziendale (Tutor Esterno) indicato dalla struttura esterna stessa.
Lo studente che intende iniziare una attività di Tirocinio, unitamente al tutor interno ed eventualmente al tutor esterno, deve redigere e presentare all'Unità Didattica IN TRIPLICE COPIA ORIGINALE:

1) un PROGETTO FORMATIVO in cui si individuano le attività di apprendimento previste e mediante il quale vengono formalizzate le modalità di svolgimento del Tirocino. Il progetto formativo dovrà essere presentato almeno 3 giorni lavorativi PRIMA dell’inizio dell’attività di Tirocinio.
2) la COPERTURA ASSICURATIVA 

DURANTE il Tirocinio, lo studente è tenuto a compilare il Registro delle Presenze controfirmato dal Tutor Esterno.
L’orario giornaliero di permanenza nella struttura ospitante durante il Tirocinio è stabilito di comune accordo tra lo studente, il Tutor Esterno e il Tutor Interno e deve essere specificato all’interno del progetto formativo.

La modulistica è disponibile on-line sulla pagina web del Corso di Laurea all’indirizzo https://www.dst.unipi.it/modulistica-new.html.

RUOLO del Tutor Esterno
Rappresenta il punto di riferimento per lo studente all'interno dell'azienda, ente o studio professionale.
Segue e indirizza lo studente durante il progetto, aiutandolo a superare difficoltà tecniche eventualmente incontrate.
Verifica i risultati ottenuti e compila il modulo di valutazione del Tirocinio.

RUOLO del Tutor Interno
Verifica l'adeguatezza del piano di lavoro del tirocinante e supervisiona lo svolgimento del Tirocinio con l'obiettivo di garantirne una qualità didattica adeguata.
Interviene direttamente per adottare eventuali modifiche al piano di lavoro stabilito. Una volta terminata l’attività di tirocinio il Tutor Esterno firma il registro delle presenze, la relazione finale del tirocinante e compila la scheda di valutazione del Tutor Esterno. Il Tutor Interno invece firma la relazione finale del tirocinante e la scheda di valutazione del Tutor Interno.
Nel caso di Missione fuori sede all’interno dell’attività di Tirocinio lo studente deve presentare all'Unità Didattica la richiesta per la copertura assicurativa
“Assicurazione studenti per missione fuori sede nell’ambito di attività di tirocinio” https://www.dst.unipi.it/modulistica-new.html

Per il RICONOSCIMENTO dell’attività di Tirocinio è necessario presentare all'Unità Didattica (almeno 15 giorni PRIMA della seduta di Laurea) i seguenti documenti firmati:

• Il registro delle presenze
• la relazione finale (firmata dallo Studente e dal Tutor Interno)
• la Scheda di Valutazione redatta dal Tutor Esterno
• la Scheda di Valutazione redatta dal Tutor Interno
• la Scheda di Valutazione redatta dallo Studente

La modulistica è disponibile on-line sulla pagina web del Corso di Laurea all’indirizzo https://www.dst.unipi.it/modulistica-new.html.