Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su OK acconsenti all'uso dei cookie.

Notizie

Contributi di mobilità per tirocini all'estero (Traineeship) nell'ambito di un Mobility Consortium - scadenza ore 12 5/3/16

Per l'anno accademico 2015/2016, l'Università di Pisa, nell'ambito del Programma Erasmus+, emana un bando che permette agli studenti universitari, dottorandi e specializzandi di svolgere un periodo di traineeship (tirocinio formativo o stage professionalizzante) all'estero. I contributi di mobilità, finanziati dall'Unione Europea, sono n. 48 e sono attribuibili per attività della durata minima di 2 mesi (60 giorni).

OPPORTUNITA' DI STUDIO E LAVORO IN UK, CANADA E AUSTRALIA

Martedì 26 gennaio alle ore 14,30 presso il Polo Didattico delle Piagge si terrà un incontro con StudentsWorld e ospiti internazionali per promuovere opportunità di studio e lavoro in Canada, USA, UK e Australia dedicate ai nostri studenti e laureati.

Scarica la locandina cliccando su read more

NUOVE OPPORTUNITA' DAL PROGRAMMA PhD+

PhD+ è un programma dell’Università di Pisa che promuove e incoraggia la diffusione dello spirito imprenditoriale e la capacità di innovazione tra studenti e ricercatori di tutte le discipline.

Il PhD+ è un percorso unico non solo per chi vuole impegnarsi nella creazione di start-up, ma anche per imparare a valorizzare le proprie ricerche e più in generale il proprio potenziale, oltre che per costruire una rete di relazioni utili per il prosieguo della carriera professionale. Per questo siamo convinti che sia una delle iniziative di ateneo che favoriscono l’occupabilità dei nostri laureati, in quanto i ragazzi sviluppano quelle soft skill così importanti per il mondo del lavoro: capacità di comunicazione, di risolvere problemi, di lavorare in gruppo ecc.

CONCLUSA LA FASE OPERATIVA DEL PROGETTO GEO-HEAT

Il Progetto “GEO-HEAT” (Bando Unico R&S 2012 Regione Toscana - POR CREO 2007-2013) ha ultimato la fase di realizzazione delle infrastrutture superando positivamente la fase di collaudo. Adesso inizia il periodo di monitoraggio.

Questo progetto è nato per dimostrare la flessibilità tecnologica della utilizzazione del calore a basse temperature e a basse profondità e per dimostrare i benefici economici (risparmio energetico) ed ambientali che la tecnologia delle pompe di calore geotermiche mette a disposizione dei cittadini. La nostra regione è famosa nel mondo per la produzione di energia elettrica dai fluidi geotermici ad alta temperatura presenti nel sottosuolo.

L'ITALIA RINUNCIA ALLA GEOLOGIA

Da leggere il comunicato stampa "In Italia non salvano più la Geologia" di Francesco Peduto (Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi) reperibile al link sotto riportato:
link

Pagina 1 di 3