Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su OK acconsenti all'uso dei cookie.

Notizie

I RICERCATORI ZANCHETTA E REGATTIERI NEL PROGETTO "UNDERSTANDING GLACIAL DIVERSITY"

I passati interglaciali sono fasi climatiche simili o più calde dell’attuale che rappresentano periodi della storia della terra il cui studio fornisce elementi per comprendere l’evoluzione del sistema climatico senza l’interferenza dell’attività umana. Il loro studio è quindi importante per stabilire entro quali limiti possiamo considerare la variabilità climatica del presente interglaciale governata solo dai forzanti naturali e quale parte e da quando è stata influenzata dall'attività antropica. D’altra parte, ogni interglaciale mostra caratteristiche peculiari che lo differenziano dagli altri e l’origine di queste diversità non è chiara.

In questo contesto è stato finanziato all’inizio dell’anno e attivo da alcune settimane il progetto “Understanding interglacial diversity”, finanziato con 457.000 AUD dall’Australian Research Council, con l’Università di Melbourne capofila di un gruppo di ricerca internazionale di diverse nazionalità che comprende anche i ricercatori G. Zanchetta e E. Regattieri tra i Partner Investigators. Il progetto ha il suo fulcro nello studio delle concrezioni di grotta dell’Antro del Corchia (Alpi Apuane), da anni oggetto  di ricerche da parte di un equipe internazionale, con al centro le attività del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa promotore di questi studi.

SEMINARIO DEL PROF. CASSIANI

Il giorno 5 maggio dalle ore 14:00 alle 16:00 presso l'aula F del Dipartimento di Scienze della Terra si terrà la lecture dal titolo "Geophysical prospecting for geo-environmental applications"  a cura del Prof. Giorgio Cassiani (Dipartimento di Geoscienze-Università degli studi di Padova).

OPEND DAY DELLA RICERCA

Anche quest’anno l' Ateneo, nell’ambito dell’"Open day della Ricerca", organizza una serie di incontri che coinvolgono alcuni dei nostri più brillanti giovani studiosi nonché personalità di spicco nell’ambito della ricerca scientifica.

L'edizione 2016 dal titolo “La bellezza della Ricerca e la Ricerca della bellezza” si svolgerà il prossimo venerdì 29 Aprile presso l'Aula Magna "Fratelli Pontecorvo" del Polo Fibonacci.

Quest’anno è stato prescelto per un’intervista Cristian Biagioni, ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di Scienze della terra e vincitore di un progetto SIR.

CARLO BARONI CHIAMATO A FAR PARTE DELLA COMMISSIONE ANTARTIDE

Carlo Baroni è stato chiamato a far parte della Commissione Scientifica Nazionale per l'Antartide (CSNA). La commissione è costituita da 16 esperti nominati dal MIUR su indicazione di vari ministeri ed enti di ricerca. La nuova commissione è presieduta da Antonio Meloni (INGV), si è insediata il 1 Aprile 2016 e resterà in carica 4 anni.

Ulteriori informazioni sul sito http://www.csna.it/composizione.html

FINANZIAMENTO EUROPEO PER STUDIARE I SITI PALEOLITICI DELLA CROAZIA

Grazie a un finanziamento europeo di 990 mila euro ottenuto nell’ambito del programma Twinning di Horizon 2020, due antropologi, Giovanni Boschian e Damiano Marchi, e una geologa, Marta Pappalardo, dell’Università di Pisa, in collaborazione con gli archeologi e gli archeogenetisti dell’Università di Cambridge e con l’Università di Zagabria, condurranno ricerche sul patrimonio storico-culturale della regione non ancora completamente esplorata dell’Adriatico orientale, in particolare in Croazia.

Il titolo del progetto è “Mend the Gap: Smart Integration of Genetics with Sciences of the Past in Croatia. Minding and Mending the Gap”, avrà una durata triennale ed è stato considerato il primo dei 65 progetti finanziati (su un totale di 546 progetti presentati) in tutti i campi della ricerca e da tutte le parti dell’Unione Europea.

Per saperne di più clicca su read more

Pagina 1 di 3