dottorato TER

Regolamento XXX ciclo

Di seguito sono riportate le Linee guida didattica XXX Ciclo – delibera nr. 12 del Collegio dei Docenti del 30.10.2015

L’attività didattica-formativa prevista per ogni dottorando durante il primo anno è pari a 6 CFU.

Tutta l'attività didattica deve essere certificata dai docenti del corso con un attestato di partecipazione:

-  Corsi brevi organizzati dal Corso di Dottorato (1 CFU per corsi della durata di 6 ore);

-  Attività seminariale riconosciuta dal corso (6 seminari 1 CFU);

-  Attività di addestramento all'utilizzo di strumenti di laboratorio;

-  Corsi di Master o PhD o altri corsi frequentati durante il periodo di permanenza all'estero (CFU attribuiti in base alla durata dei corsi);

-  Workshop, corsi nell'ambito di congressi, escursioni nell'ambito di congressi della durata di almeno 3 giorni (1 CFU);

-  Corsi avanzati di inglese certificati con esame finale o altra lingua straniera 1 CFU ogni 8 ore (fino a un massimo di 3 CFU);

-  Eventuali attività didattiche, attinenti al tema di ricerca del dottorando, che non rientrano in quelle sopraindicate, saranno valutate dal Collegio dei Docenti singolarmente su richiesta del dottorando, sentiti i tutori.

Ogni sede del dottorato regionale di Scienze della Terra propone ogni anno una serie di corsi brevi su tematiche d'interesse generale. Vengono attivati i corsi che ottengono un numero minimo di iscrizioni (numero minimo e periodo di erogazione sono concordati con il docente di riferimento).

Durante il 2° anno si richiede:

- la partecipazione ad almeno un convegno nazionale presentando un intervento/poster con primo nome;

- l’acquisizione di almeno 6 CFU riconosciuti dalla Scuola di Dottorato (modalità di acquisizione descritte sopra).

Durante il 3° anno si richiede:
- la partecipazione ad almeno un convegno internazionale presentando un intervento/poster con primo nome;
- l’acquisizione di almeno 4 CFU riconosciuti dalla Scuola di Dottorato (modalità di acquisizione descritte sopra);
- la redazione in qualità di co-autore di almeno un articolo in stampa su rivista ISI su argomenti inerenti il dottorato.